Glossario delle Terapie Digitali

Glossario delle Terapie Digitali
Glossario delle Terapie Digitali


Algoritmo
Sequenza ordinata fiita di passi, ripetibili e non ambigui, che se eseguita con determinati dati in ingresso (input) produce in uscita (output) dei risultati ovvero la soluzione di una classe di problemi.

App
Forma abbreviata di “Applicazione”, indica un qualsiasi programma, indipendentemente dal supporto su cui è utilizzato. Nell’uso quotidiano, ci si riferisce con questo termine soprattutto alle app mobili, ovvero ai programmi per smarthone e tablet.

Big Data
Ingenti quantità di dati digitali, che possono essere rapidamente processati da banche
dati centralizzate, attraverso algoritmi capaci di produrre interpretazioni dei dati in breve tempo.

Biodisponibilità Digitale
La frazione (percentuale) della quantità di terapia digitale che viene erogata al paziente, misurata in durata rispetto all’atteso.

B2A
Acronimo di “Business-To-Government”, usata per descrivere i rapporti tra un’azienda e governi o enti pubblici. Si tratta di rapporti commerciali che si basano sulla vendita di beni o sulla prestazione di servizi da parte di un’azienda a delle organizzazioni pubbliche, come nel caso del rimborso di farmaci e servizi sanitari.
Talora indicato come B2A (“Business-To-Administration”), con i modelli B2C, che riguarda gli scambi tra aziende e consumatori e B2B, che riguarda le transazioni avvenute tra aziende, descrive le modalità con le quali l’impresa intrattiene i rapporti commerciali con i propri stakeholder, in particolare i clienti.

Biomarcatore Digitale
Dati fiiologici e comportamentali oggettivi e quantifiabili, raccolti e misurati attraverso dispositivi digitali portatili, indossabili, impiantabili o digeribili. I dati raccolti sono tipicamente utilizzati per spiegare, inflenzare e/o prevedere gli esiti relativi alla salute.

BYOD
Acronimo di Bring your own device, riferito alla ricerca clinica indica l’approccio che consente alle persone che partecipano in uno studio di fornire i dati clinici previsti dal protocollo utilizzando i propri dispositivi (smartphone, tablet, PC).

Chatbot
Software basati sull’IA, in grado di simulare una conversazione intelligente con un utente su una chat, tipicamente utilizzati per intermediare i rapporti tra utenti e organizzazioni, nell’ambito della customer care o per la diffusione di notizie, offerte e promozioni. Le chatbot si stanno diffondendo anche in sanità, agganciate a sistemi di prenotazione dei servizi o nell’ambito di soluzioni di cura e monitoraggio a distanza.

Clinical Decisions Support Systems (CDSS)
Strumenti (essenzialmente software) sviluppati per collegare e facilitare l’infusione dell’evidence based medicine nella pratica clinica, contestualizzando la conoscenza generale al singolo caso clinico senza la pretesa di compiere una scelta tra diverse alternative terapeutiche. Si tratta quindi di strumenti di second opinion o di valutazione del rischio e di conferma, per i quali il ruolo del medico rimane centrale.

Diagnostica Digitale
L’utilizzo di dispositivi indossabili e sensori, app, social media e tecnologie
di tracciamento, singolarmente o in combinazione, per diagnosticare condizioni mediche.

Dispositivo medico
Strumento, apparecchio, impianto, sostanza o altro prodotto usato da solo o in combinazione, compreso il software informatico impiegato per il corretto funzionamento, e destinato dal fabbricante ad essere impiegato nell’uomo a scopo di diagnosi, prevenzione, controllo, terapia, o attenuazione di una malattia oppure diagnosi, controllo, terapia, attenuazione o compensazione di una ferita o di un handicap oppure studio, sostituzione o modifia dell’anatomia o di un processo fiiologico oppure intervento sul concepimento purché non eserciti l’azione principale nel o sul corpo umano, cui è destinato, con mezzi farmacologici o immunologici, né mediante processo metabolico, ma la cui funzione possa essere coadiuvata da tali mezzi.

DTx
Abbreviazione di Digital Therapeutics.

Eccipienti Digitali
Elementi software in grado di favorire il coinvolgimento del paziente nell’utilizzo di una terapia digitale per assicurare un utilizzo corretto e di durata, migliorando il tale modo la biodisponibilità digitale del principio attivo. Gli eccipienti digitali operano con modalità e fialità diverse in rapporto alla tipologia del paziente ed alla indicazione terapeutica, quali incentivi, gamifiation, reminder, supporto sociale ecc.

eCOA
Acronimo di electronic Clinical Outcome Assessments (valutazioni di esito clinico attraverso tecnologia digitale), indica l’insieme dei dati clinici relativi ad un paziente che possono essere raccolti attraverso dispositivi digitali.

EMA
Acronimo di Ecologic Momentary Assessment (valutazione istantanea nell’ambiente del paziente), rappresenta un approccio di valutazione dei comportamenti e della esperienza di un paziente che prevede il campionamento ripetuto, in tempo reale e nelle condizioni ambientali naturali delle persone.

Empowerment
Riferito al paziente, indica la pratica inclusiva che incoraggia i pazienti a essere attivamente coinvolti nella gestione della propria salute e dei servizi sanitari a loro erogati.

Engagement del paziente
Riferito al paziente, coinvolgimento nelle decisioni, nei percorsi di cura e nell’utilizzo di procedure di monitoraggio e di terapia.

Esperienza Digitale del Paziente
L’insieme delle interazioni online del paziente con una organizzazione sanitaria che avvengono su siti web, dispositivi mobili o indossabili, attraverso tutti i punti di contatto e lungo tutto il percorso di cura del paziente.

Forma DigitaleForma con la quale il principio attivo viene presentato al paziente e con il
quale il paziente interagisce. Tra le forme digitali più utilizzate rientrano app, video-giochi, sistemi di realtà virtuale.

Gamifiation
Utilizzo di dinamiche proprie del gioco (p.e. punti, livelli, premi) in contesti non ludici, per sollecitare impegno e competitività, per stimolare la ricerca di soluzione a un problema ecc.

Intelligenza Artificiale (IA)
Disciplina che a partire dalla fine degli anni ’50, studia I fondamenti teorici, le metodologie e le tecniche che consentono di progettare sistemi hardware programmi software atti a fornire ad un elaboratore elettronico prestazioni che, a un osservatore comune, sembrerebbero essere di pertinenza esclusiva dell’intelligenza umana. I sistemi di IA in sanità permettono di elaborare e sintetizzare quantità di informazioni potenzialmente illimitate in pochissimi secondi.

Internet of Things
Totalità dei dispositivi digitali (non delle persone) che operano oggi in reti, scambiandosi informazioni potenzialmente su scala mondiale. L’IoT consente di raccogliere e fornire costantemente informazioni ad applicazioni e archivi di dati a un costo irrisorio
permettendo di osservare e gestire a distanza attività prima invsibili o inaccessibili.

Machine Learning
In italiano «apprendimento automatico», fa riferimento alla capacità delle macchine
(intese come computer) di apprendere, senza essere state esplicitamente e preventivamente programmate, grazie all’esperienza. Per esperienza si intende l’utilizzo ricorrente di algoritmi matematico-computazionali che riescono ad allenare le macchine grazie ai dati. Quanto maggiori sono i dati e gli esempi da cui apprendere, migliori saranno le prestazioni della tecnologia allenata.

Medicina (Pillola) connessa
Compressa o altra forma farmaceutica contenente un sensore che dopo ingestione viene attivato in ambiente gastrico, rilasciando un segnale raccolto da un cerotto posto in prossimità dello stomaco e da questo inviato ad una app su un dispositivo mobile. Viene attualmente utilizzata per monitorare l’aderenza di specifii pazienti nei confronti della terapia prescritta.

Medicina Digitale
Insieme di tecnologie digitali – software e/o prodotti hardware – basate su prove cliniche di effiacia, intese a realizzare misure e/o interventi a favore della salute umana.

Mobile Health – mHeath
Utilizzo di dispositivi indossabili e sensori, app, social media e tecnologi di tracciamento, singolarmente o in combinazione, per ottenere dati relativi al benessere ed alla prevenzione, diagnosi e gestione delle malattie.

Participatory Design
Modello di sviluppo di un prodotto (terapia digitale, farmaco, dispositivo medico o altro) che include i pazienti fi dalla fase iniziale del processo di progettazione. I pazienti sono invitati a condividere idee, opinioni e punti di vista sul loro disegno, partecipando ad incontri periodici con gli altri membri del team di sviluppo, con l’obiettivo fiale di orientare lo sviluppo verso il modello che maggiormente risponda alle esigenze reali del paziente.

Patient-generated health data
Dati correlati alla salute che sono generati, registrati o raccolti dal paziente. Possono interessate sintomi, qualità della vita, soddisfazione per l’assistenza ed altro.

Paziente Esperto
Persona con esperienza della propria malattia (in qualità di paziente o caregiver) e con competenza e conoscenza (“expertise”) su una specifia area di interesse (la propria malattia, il processo di ricerca e sviluppo, altro).
Il Paziente Esperto in Tecnologie Digitali della Salute ed in particolare in Terapie Digitali rappresenta una nuova area di expertise necessaria per garantire lo sviluppo di tecnologie digitali centrate sul paziente.

Placebo Digitale
Un software, erogato con la medesima forma digitale della Terapia Digitale, sprovvisto del principio attivo digitale. Può erogare informazione sulla salute, formazione per il paziente o altro.

Plug-in
Riferito ai Digital Therapeutics, rappresenta una Terapia Digitale che eroga un intervento terapeutico per modifiare l’effetto (in generale un sintomo o una reazione avversa) di uno specifio farmaco e che viene utilizzato congiuntamente con il farmaco stesso.

PSP – Patient Support Program
Programmi di diversa natura (organizzativa, logistica, digitale ed altro) che aiutano il paziente nella gestione della propria malattia e/o terapia, creando le migliori condizioni di gestione e/o utilizzo delle stesse, consentendo il raggiungimento dei massimi risultati in termini di esito clinico offerti da tale terapia.
Nel caso di PSP Digitali, si tratta di software con funzioni diverse, quali diario clinico, reminder ed altro.

Principio Attivo
Elemento della terapia (digitale, farmacologica o altra) responsabile dell’effetto clinico. Tale effetto può essere desiderato (terapeutico) o indesiderato (reazione avversa).

Realtà Virtuale (RV) – Realtà Aumentata (AR)
Tecnologie per offrire esperienze arricchite.
La RV è un ambiente tridimensionale non reale ma simulato in cui l’utente è in grado di interagire grazie alla combinazione di dispositivi hardware e software che offrono un’esperienza immersiva, che cattura totalmente l’attenzione dell’utilizzatore.
L’AR è una tecnologia in grado di aggiungere informazioni (suoni, immagini, parole) alla realtà esistente, attraverso l’utilizzo di un computer e di dispositivi tecnologici di uso quotidiano come smartphone, laptop, tablet o occhiali.

Robotica
In sanità è un settore che si occupa della progettazione e dello sviluppo di robot e dispositivi robotici da utilizzare in campo clinico e sanitario. Le principali applicazioni della robotica in sanità solo in chirurgia, in riabilitazione e per i processi logistico-gestionali di distribuzione dei beni.

Salute Digitale
Insieme di tecnologie, piattaforme e sistemi che coinvolgono le persone negli stili di vita, nel benessere ed in fialità correlate alla salute. Servono per acquisire, archiviare o trasmettere dati sanitari e/o supportare le scienze della vita e le attività cliniche.

Software As Medical Device – SAMD
Software destinato ad essere utilizzato per fialità mediche, si veda la defiizione di “dispositivo medico”.

Software
Insieme di programmi scritti in qualche linguaggio di programmazione eseguibili dal computer.

Sperimentazione Clinica
Studio clinico che soddisfa una della seguenti condizioni: (a) l’assegnazione del soggetto ad una particolare strategia terapeutica è decisa in anticipo e non rientra nella normale pratica clinica; (b) la decisione di prescrivere il medicinale sperimentale è presa insieme alla decisione di includere il soggetto nello studio clinico; oppure (c) ai soggetti sono applicate procedure diagnostiche o di monitoraggio aggiunte oltre alla normale pratica clinica.

Stand-Alone DTX
Digital Therapeutic che opera un modo autonomo rispetto ad un farmaco o all’intervento di un operatore sanitario. Può sostituire una terapia farmacologica o essere a questa aggiunto.

Software As Medical Device – SAMD
Software destinato ad essere utilizzato per fialità mediche e che svolge tali compiti senza far parte dell’hardware di un dispositivo medico.

Sviluppo Iterativo
Riferito ad una terapia, sviluppo di un prodotto attraverso fasi nelle quali questo può essere modifiato sulla base dei risultati delle fasi successive.

Sviluppo Lineare
Riferito ad una terapia, sviluppo di un prodotto attraverso una sequenza di fasi distinte, nelle quali ciascuna viene progettata sulla base dei risultati della fase precedente.

Sviluppo Partecipativo
Vedi Participatory Design.

Tecnologie Indossabili (Wearable Technologies)
Tecnologie portabili ed indossabili, modellate attorno al corpo delle persone, il quale viene utilizzato come supporto naturale al loro funzionamento.
La rilevazione ed il monitoraggio di segnali endogeni ed esogeni al corpo, anche di natura emozionale, permettono a queste tecnologie di diventare un valido assistente per i bisogni dell’utente, ampliando anche la sue capacità sensoriali.

Telemedicina
Modalità di erogazione di servizi di assistenza sanitaria, tramite il ricorso a tecnologie innovative, in particolare alle Information and Communication Technologies (ICT), in situazioni in cui il professionista della salute e il paziente (o due professionisti) non si trovano nella stessa località.

Televisita
Atto sanitario in cui il medico interagisce a distanza con il paziente. L’atto sanitario di diagnosi che scaturisce dalla visita può dar luogo alla prescrizione di farmaci o di cure. Durante la Televisita un operatore sanitario che si trovi vicino al paziente, può assistere il medico. Il collegamento deve consentire di vedere e interagire con il paziente e deve avvenire in tempo reale o differito.

Teleconsulto
Indicazione di diagnosi e/o di scelta di una terapia senza la presenza fiica del paziente. Si tratta di un’attività di consulenza a distanza fra medici che permette a un medico di chiedere il consiglio di uno o più medici, in ragione di specifia formazione e competenza, sulla base di informazioni mediche legate alla presa in carico del paziente.

Telecooperazione sanitaria
Atto consistente nell’assistenza fornita da un medico o altro operatore sanitario ad un altro medico o altro operatore sanitario impegnato in un atto sanitario. Il termine viene anche utilizzato per la consulenza fornita a quanti prestano un soccorso d’urgenza.

Telemonitoraggio
Vedi Telesalute.

Teleassistenza
Sistema socio-assistenziale per la presa in carico della persona anziana o fragile a domicilio, tramite la gestione di allarmi, di attivazione dei servizi di emergenza, di chiamate di “supporto” da parte di un centro servizi.

Telesalute
Riguarda i sistemi e i servizi che collegano i pazienti, in particolar modo i cronici, con i medici per assistere nella diagnosi, monitoraggio, gestione, responsabilizzazione degli stessi. Permette a un medico (spesso un medico di medicina generale in collaborazione con uno specialista) di interpretare a distanza i dati necessari al Telemonitoraggio di un paziente, e, in quel caso, alla presa in carico del paziente stesso.

Terapia cognitivo-comportamentale
Approccio psicoterapeutico fializzato a promuovere un cambiamento positivo nelle persone, per alleviare alcune forme di sofferenza emotiva e per affrontare numerosi problemi di carattere psicologico, sociale o comportamentale. Questo approccio si basa sull’assunto che i modelli di pensiero utilizzati (defiiti “modelli cognitivi”) dalle persone possano in alcuni casi essere non appropriati, tanto da causare comportamenti disadattivi e risposte emotive disfunzionali.

Terapie Digitali (Digital Therapeutics)
Interventi terapeutici in forma digitale di app, videogioco, Realtà Virtuale o altra tecnologia, basati su un’algoritmo, indicati per una specifia malattia e disegnati per modifiare il comportamento disfunzionale di un paziente allo scopo di migliorare gli esiti della sua malattia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *